La MAZZINI SERVICE S.r.l. è particolarmente attenta alle tematiche relative alla tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, anche oltre il rispetto degli obblighi normativamente previsti.

In particolare, l’Azienda – aggiorna costantemente la valutazione dei rischi connessi a ciascuno dei settori di specifica attività (pronto intervento in ambito edilizio, idraulico ed elettrico, pulizie, spurghi), redigendo il relativo Documento di Valutazione dei Rischi, ai sensi degli artt. 17 e 28 D.Lgs. 81/08, di concerto con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, il Medico Competente e sentito il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza; – indice, almeno una volta all’anno, una riunione cui partecipano il Datore di Lavoro o un suo rappresentante, il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, il Medico Competente e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza nonché i consulenti esterni di cui l’Azienda si avvale, per esaminare il Documento di Valutazione dei rischi; l’andamento degli infortuni e delle malattie professionali e della sorveglianza sanitaria; i criteri di scelta, le caratteristiche tecniche e l’efficacia dei dispositivi di protezione individuale; i programmi di informazione, formazione dei preposti e dei lavoratori ai fini della sicurezza e della protezione della loro salute, ai sensi dell’art. 35 D. Lgs. 81/08; – ha nominato il medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria, ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera a), D.Lgs. 81/08; richiede al Medico Competente l’osservanza degli obblighi previsti a suo carico ed invia i lavoratori alle visite mediche entro le scadenze previste, ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera g); – ha organizzato il Servizio di Prevenzione e Protezione in conformità a quanto previsto dall’art. 34 D. Lgs. 81/08; – ha formato e conseguentemente designato i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio; di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza, ai sensi degli artt. 18, comma 1, lettera b) e 37 D.Lgs. 81/08.

Le squadre di lavoro sono composte avendo cura di garantire sempre la presenza di almeno uno di tali incaricati; – ha adottato tutte le misure necessarie ai fini della prevenzione incendi e dell’evacuazione dei luoghi di lavoro, nonché per il caso di pericolo grave e immediato, secondo le disposizioni di cui all’art. 43 D. Lgs. 81/08; – ha incentivato i lavoratori a designare il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza e ne ha garantito una adeguata formazione ai sensi dell’art. 37 D. Lgs. 81/08.

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza viene costantemente coinvolto in tutte le scelte aziendali in materia di sicurezza sul lavoro e tutela della salute, viene consultato in tutte le ipotesi di cui all’art. 50 D. Lgs. 81/08, riceve copia del Documento di Valutazione dei Rischi con congruo anticipo rispetto alla riunione periodica di cui all’art. 35 D. Lgs. 81/08, accede ai dati relativi agli infortuni sul lavoro e verifica l’applicazione delle misure di sicurezza e di protezione della salute – sceglie i dispositivi di protezione individuale sentiti il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, il Medico Competente e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, avendo cura di adeguare le scelte in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico e di privilegiare, laddove possibile, i mezzi di protezione collettivi, ai sensi degli artt. 15, comma 1, lettere c) ed i) nonché 18, comma 1, lettera d), D.Lgs. 81/08; – adempie scrupolosamente, avvalendosi anche di consulenti esterni, agli obblighi di informazione, formazione e addestramento, di cui agli artt. 36 e 37 D. Lgs. 81/08, dei lavoratori, del loro rappresentante, dei preposti nonché dei lavoratori incaricati dell’attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza, mediante corsi d’aula e verifiche sui luoghi di svolgimento delle attività lavorative, ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera l), D. Lgs. 81/08. – dedica meticolosa attenzione alle delicate problematiche connesse allo svolgimento di lavori in quota (interventi sui tetti) e in ambienti confinati (spurghi), dotando gli addetti di dispositivi di protezione individuale all’avanguardia e curando il loro addestramento all’utilizzo di tali attrezzature.

In particolare, con riferimento ai lavori in quota, gli addetti sono dotati ed addestrati all’uso di una innovativa attrezzatura in grado di realizzare su qualunque tetto una linea salvavita alla quale ancorare i dispositivi anticaduta e, con riferimento ai lavori in ambienti confinati, di specifiche attrezzature (imbraco, ponte, autorespiratore e verricello di recupero) il cui uso è disciplinato da apposita procedura di sicurezza e gestione dell’emergenza ed è stato oggetto di specifico addestramento; – organizza lo svolgimento delle attività aziendali in modo tale da far sì che i compiti affidati ai lavoratori tengano conto delle capacità e delle condizioni degli stessi in rapporto alla loro salute ed alla loro sicurezza ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera c) D. Lgs. 81/08 ed organizza le squadre di lavoro in modo tale da garantire sempre la presenza di un preposto dotato di adeguata formazione, periodicamente aggiornata, che richiami i lavoratori all’osservanza delle norme vigenti e delle disposizioni aziendali in materia di sicurezza e di igiene del lavoro nonché di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di prevenzione e protezione individuali; – ha dotato i lavoratori di tessere di riconoscimento, corredate di fotografie, contenenti le generalità del lavoratore e del datore di lavoro ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera u), D. Lgs. 81/08; – aggiorna costantemente le misure di prevenzione in relazione ai mutamenti organizzativi e di attività che hanno rilevanza ai fini della salute e sicurezza del lavoro ed anche in relazione al grado di evoluzione della tecnica della prevenzione e della protezione ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera z) D. Lgs. 81/08; – si avvale della consulenza continuativa di esperti in materia tecnica e legale a supporto delle conoscenze e delle attività aziendali relative alla gestione della sicurezza e della tutela della salute, anche in occasione della predisposizione della documentazione necessaria a fronte del conferimento all’Azienda di contratti d’appalto da parte di terzi.

La MAZZINI SERVICE S.r.l. ha fatto della sicurezza e della tutela della salute uno dei propri fiori all’occhiello ed è fermamente intenzionata a proseguire sulla strada intrapresa: garantire prestazioni a regola d’arte svolte nel rispetto dei lavoratori, dei terzi e dell’ambiente.